archivio | asus RSS per la sezione

Ieri 3 aprile Il telefono cellulare ha compiuto 40 anni

Le cabine telefoniche, è sotto gli occhi di tutti, sono una specie in via d’estinzione, ma vi siete mai chiesti perché?

Naturalmente è colpa del telefono cellulare, invenzione che il 3 aprile 2013 compiuto  la bellezza di 40 anni.

Il 3 aprile 1973 un certo Martin Cooper, allora dipendente di Motorola, fece la prima chiamata in pubblico con il primo telefono cellulare mai costruito, ovvero il Motorola DynaTAC.

Pesante 1.3 chilogrammi, quel telefono non era per nulla maneggevole, ma quella telefonata, partita dalla strada di NewYork e indirizzata a Joel Enge, capo dei centri di ricerca rivali della Bell, aveva una portata storica oltre che una certa dose di sbeffeggiamento nei confronti di uno dei giganti della telefonia dell’epoca.

cellulari Continua a leggere…

H3G: connessioni in HSPA+ a 42 Mbps in tutta Italia per fine marzo

Siete pronti alle connessioni veloci in Italia? Mentre Apple promette il supporto dell’LTE nel suo iPad 3, poi si scopre che promessa fatta solo agli USA per questioni dicompatibilità, nel nostro Paese gli operatori sono pronti a riscaldare i motori.

TIM e Vodafone stanno sperimentando il 4G LTE, mentre H3G dichiara di essere quasi pronta. Grazie alla collaborazione con Ericsson, che mette a punto l’infrastruttura offrendola in licenza, 3 Italia promette connessioni HSPA+ a 42 Mbps per tutti entro la fine di questo mese, mentre l’arrivo dell’LTE è prevista per la fine dell’anno.

Attualmente le reti di 3 Italia, che personalmente utilizzo tutti i giorni, sono ben lontane dai 42 Mbps. Ci si chiede, quindi, se l’operatore attiverà un enorme interruttore per la fine del mese, un interruttore in grado di attivare la connessione veloce a tutti, oppure se i lavori sono graduali e nei prossimi 19 giorni, che ci separano dalla fine di marzo, saranno attivate varie aree volta per volta.

Alla luce che gli iPhone 4S riescono ad arrivare al massimo a 14,4 Mbps, segnalate se il vostro 4S raggiungerà quella velocità per la fine del mese con le reti di H3G.

iphone 5 rumors

L’iPhone 5 avrà tra i suoi principali obiettivi quello di vedere notevolmente migliorata l’autonomia della batteria, soprattutto rispetto all’iPhone 4S, che, in questo senso, ha fatto addirittura registrare un passo indietro rispetto al suo più immediato predecessore.

E’ questa la conclusione alla quale si può giungere facilmente in queste ore, considerando le prerogative che rendono unico il nuovo sistema operativo di Apple, iOS 5.1, che mira, appunto, a risolvere tutta una serie di bug che, nelle stesse condizioni di utilizzo dell’iPhone 5, dovrebbe garantire agli utenti un significativo aumento della durata della batteria. Insomma, il colosso di Cupertino pare aver definito la propria lista di priorità, mettendo in secondo piano un altro discorso delicato, vale a dire quello dell’evoluzione del display per il nuovo melafonino.

Nuovi macbook ad aprile?

Dopo le indiscrezioni sul possibile MacBook Air da 14 pollici Digitimes sostiene che i nuoviMacBook Pro dotati di un design ultrasottile come quello dei MacBook Air potrebbero debuttare nel mese di aprile.

Apple avrebbe infatti programmato la consegna di 900.000 esemplari dei rinnovati MacBook Pro da 13 e 15 pollici per il mese di aprile, mentre non c’è alcuna notizia del modello da 17 pollici, che potrebbe essere aggiornato successivamente o rimanere ancora per un po’ di tempo legato all’attuale design.

Lo slittamento di due mesi delle consegne dei primi processori Intel Ivy Bridge non comporterebbe quindi un ritardo nella produzione dei nuovi MacBook Pro, poiché a quanto pare Apple si sarebbe accaparrata la fornitura dei primi processori Ivy Bridge prodotti da Intel.

Questa mossa metterebbe ovviamente in difficoltà la concorrenza che dovrebbe aspettare alcuni mesi prima di poter lanciare i propri ultrabook dotati dei nuovi processori Intel. Gli Ivy Bridge equipaggeranno anche i rinnovati MacBook Air, che a questo punto potrebbero anch’essi debuttare in aprile, compreso il nuovo modello da 15 pollici. Sempre che Apple non abbia deciso di unificare la gamma dei Pro e degli Air da 13 e 15 pollici.

Truffa su Facebook, ATTENZIONE al falso contest: “Apple regala 10’000 prodotti”


Facebook sta diventando ogni giorno che passa sempre di più anche un “ottimo” ricettacolo per “ladruncoli dell’ultima ora” e per società più o meno grandi che della “truffa” ne hanno fatto vero motivo di vita. L’ultimo caso vede come ignara protagonista, la nostra amata Apple e un’oscura società tedesca, tale Planet49 GmBH. Il concorso truffaldino? “Apple regala 10’000 prodotti per i nostri affezionati clienti”.

Un titolo malignamente evocativo che sta traendo in inganno anche gli utenti più esperti. Per questo motivo abbiamo ritenuto doveroso segnalare il fatto anche per spiegarvi esattamente come si “manifesta” l’inganno.

Naturalmente il tutto si basa sulla viralizzazione, si riceverà quindi, in primis un invito generato da una certa Apple Regala, quindi cliccandoci su e dando quindi l’erroneo consenso al trattamento dei propri dati, si aprirà il classico “specchietto per le allodole” con su finti premi del calibro di iPhone 4, iPad 2 e iMac. In seconda istanza, per dare l’ok alla partecipazione alconcorso, verrà richiesto di diffondere l’invito ai propri account, quindi ecco comparire il pulsantino, “Sblocca la pagina e ricevi il tuo prodotto Apple”.

E poi….poi il nulla più assoluto, solo banner pubblicitari che permettono alla poco onesta azienda tedesca di guadagnare bei soldoni dalle visualizzazione dei numerosi spot.

Il nostro invito è quindi quello, dopo aver letto l’articolo, di diffonderlo il più possibile su Facebook, in modo da premiare le numerose società oneste e smascherare chi con il loro comportamento, da l’alibi ai “censori” della rete, di ingessare uno dei pochi media ancora in parte libero.

Alfredo  Cappa , 23 febbraio 2012

Il furto di identità “importante”


Fare acquisti incauti su Internet, possa provocare il furto dei dati delle vostre carte di credito, ma c’è di peggio: alcuni siti potrebbero usare un negozio fantasma, non per rubarvi soldi, ma la vostra identità, che potrebbero poi utilizzare ad esempio per aprire più conti bancari online, sia in Italia sia all’estero, e far rimbalzare i soldi rubati ad altri truffati da un conto all’altro in modo da renderne difficile la rintracciabilità e di fatto ripulirli.Tutto questo avviene naturalmente a vostra insaputa e con un sistema piuttosto ingegnoso. Dopo un po’ di tempo, da quando avete effettuato l’acquisto di un prodotto, pagato con carta di credito,  riceverete un messaggio di posta elettronica, con un testo simile a quello visibile in Figura 1, o una telefonata, dove vi verrà detto che il pacco e stato smarrito e pertanto vi richiederanno una copia della vostra carta di identità per potervi restituire quanto pagato.

Un messaggio di richiestra dello store fasullo

Figura 1: un messaggio simile a quello che potreste ricevere

I soldi che avete speso effettivamente vi vengono restituiti e voi vi sentirete tranquilli, ma a vostra insaputa con i dati dei vostri documenti il truffatore di turno potrà eseguire operazioni a nome vostro come appunto aprire un nuovo conto da usare per ricevere i soldi delle truffe. Ovviamente questi conti permangono per poco tempo in modo che in caso di indagini delle forze dell’ordine sia estremamente difficile risalire all’origine di tutto. Per cui diffidate sempre di questo tipo di negozi ma soprattutto non rispondete mai a messaggi di posta elettronica che vi chiedono fotocopie dei vostri documenti di identità

Rumors iPAD 3

ipad 3 display mr ruler iPad 3: gli scatti al microscopio del Retina DisplayNuovi aggiornamenti per quanto riguarda il famoso Retina Display di iPad 3. Non è chiaro in che modo, ma MacRumors sarebbe riuscita a mettere le mani sul display di quello che, stando al sito, è senza ombra di dubbio lo schermo che finirà montato su un iPad 3. A confermarlo ci sarebbe la caratteristica dimensione dello schermo, 9,7 pollici, e la posizione delle viti, che sarebbe differente da quella vista in iPad 2 e coinciderebbe con quella fotografata nelle immagini dei nuovi componenti circolate di recente sulla rete.

Ad occhio nudo lo schermo può sembrare uguale a quello già visto su iPad e iPad 2, ma mettendo il display sotto un microscopio si può notare che, paragonando due celle di uguali dimensioni, si evidenziano da un lato 4 pixel (una cella 2×2) mentre sul nuovo display la stessa superficie è occupata da 16 pixel (una cella 4×4): “Siccome avevamo solo un display di iPad 3 senza alcun modo per accenderlo, scattare fotografie di alta qualità dei pixel è stato difficile. Ciò nonostante, anche con le scarse condizioni di luminosità, è possibile facilmente vedere i pixel su ogni display (composto dagli elementi blu, verde e rosso).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: