archivio | cydia RSS per la sezione

[Concept] Come sarebbe Cydia con un nuovo LOOK

Da molto tempo osserviamo che Cydia non cambia il “Look” da un bel po’ di tempo. Secondo alcune persone è arrivata l’ora. Vediamo questo nuovo Concept

20130416-092046.jpg Continua a leggere…

Gli SHSH di iOS 6/6.1 non sono più disponibili sui server di Saurik

Brutte notizie per gli amanti di iDevice e jailbreak tutti gli SHSH sui server di Saurik sono stati perduti a causa di un errore di quest’ultimo.

Unknown Continua a leggere…

[ Concept] Ecco come potrebbe essere l’iPhone di prossima generazione

Il nuovo concept di cui vi parliamo è basato su dei recenti brevetti depositati da Apple che descrivono un display che avvolge letteralmente il dispositivo. Questo nuovo design è stato pensato da Nickolay Lamm e Matteo Gianni di MyVoucherCodes, i quali hanno realizzato dei render in 3D di come potrebbe apparire questo dispositivo.

iPhone-New Continua a leggere…

Jailbreak iOS 5.1 su nuovo iPad 3, l’OK di i0n1c e MuscleNerd

sabato 17 marzo 2012 -Alfredo

Neanche il tempo di somatizzare l’ottima notizia riguardante il jailbreak untethered di iOS 5.1 su iPad 2 eseguito da i0n1c che lo stesso hacker ci sorprende nuovamente diffondendo, prima delle foto e poi un video con il quale annuncia al mondo di esser riuscito ad eseguire lo stessosblocco anche sul nuovo iPad, o come qualcuno tenacemente continua a chiamare, iPad 3.

APPROFONDIMENTO: Jailbreak untethered iOS 5.1, DevTeam: “Ci siamo quasi”

i0nic, come confermato da MuscleNerd, altro hacker della scena jailbreak, è andato ad utilizzare un exploit inedito, completamente sconosciuto, quindi la notizia già di per se positiva, assume connotati di ancora maggior rilievo, in quanto a questo punto sono ben due le falle a disposizione per sviluppare tool dedicati al jailbreak di iOS 5.1.

Si, avete letto bene, ben due exploit, questo perché anche MuscleNerd, dopo essersi complimentato con Stefan Esser, alias i0n1c, ha annunciato che anche lui è riuscito ad eseguire iljailbreak dell’iPad 3, utilizzando però una versione modificata del famoso software, Absinthe, inizialmente dedicato al jailbreak di iPhone 4S e iPad 2.

Insomma, come avrete ben capito, la lotta di Apple nei confronti del jailbreak sembra essersi notevolmente sedata, quindi già tra qualche giorno, il jailbreak untethered di iOS 5.1 per tutti i dispositivi Apple potrebbe essere realtà. Incrociamo le dita!

iPad 3, il Dev Team conferma il jailbreak

 

 

L’iPad 3 potrà usufruire del jailbreak. E’ questa la novità più importante, che giunge in queste ore direttamente dal mondo di Apple e del suo tablet, considerando quanto ha deciso di rendere pubblico il famoso Dev Team.

In particolare, lo staff ha fatto sapere che quanto creato nei mesi scorsi per l’iPad 2, rappresenta, ad oggi, una procedura ancora valida e che potrà trovare espressione anche con lo stesso iPad 3. A questo punto non resta che attendere l’evoluzione dei lavori da parte del team: seppur è impossibile, ad oggi, prevedere quando sarà disponibile il jailbreak per l’iPad 3, la notizia appena diffusa rappresenta comunque un passo in avanti molto importante per tutti coloro che desiderano personalizzare il proprio tablet, appena sarà disponibile anche in Italia.

Sondaggio batteria ios 5.1

Come ben saprete, con iOS 5.1 in molti abbiamo sperato che le batterie dei nostri iPhone potessero migliorare sensibilmente. Probabilmente, infatti, il problema della scarsa durata era causato dalle importanti necessità di risorse del sistema che, con la nuova versione di iOS, Apple potrebbe aver diminuito.

Come purtroppo personalmente ho potuto sperimentare, la durata della batteria è molto molto personale e dipende da una lunghissima serie di fattori. Per esempio la mia dura realmente poco: con appena 3 ore di utilizzo mi ritrovo al 20%! diteci la vostra e commentate qui sotto il post

Apple conferma: il 23 dalle 8 del mattino nuovo iPad disponibile in Italia

Ed ecco arrivare una buona notizia. Ora è veramente ufficiale, il nuovo iPad sarà disponibile in Italia dal 23 marzo. Certo, lo sapevamo già, ma dopo le notizie di alcuni ritardi, sospettavamo che lo stesso potesse accadere anche nel nostro paese, ma invece non è così, non ci sarà nessun ritardo.

 

Lo ha annunciato oggi Apple in una nota, confermando che non ci sarà nessun posticipo nel lancio del nuovo tablet, che quindi troveremo nei negozi già all’apertura. Tra le altre cose, ricordiamo che negli Stati Uniti, in Francia, nel Regno Unito e in altri paesi del cosiddetto “primo slot”, per tutti coloro che ordinano il nuovo iPad, per la spedizione ci sono almeno 2 settimane da aspettare. Dunque, il 23 marzo arriverà il nuovo tablet, ma oltre all’Italia, sono molti altri i paesi che nello stesso giorno cominceranno le vendite del nuovo gioiello di Cupertino. Infatti, oltre a noi, anche Austria, Bulgaria, Belgio, Repubblica Ceca, Finlandia, Danimarca, Ungheria, Grecia, Irlanda, Islanda, Lussemburgo, Macao, Messico, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Norvegia, Romania, Slovenia, Spagna e Svezia attendono con ansia di potersi recare negli Apple Store alla caccia del loro tablet. Come ultima cosa, ricordiamo che tutti coloro che acquisteranno il nuovo iPad presso uno dei negozi che fa parte della catena Apple Retail, la casa di Cupertino offre un servizio di Setup personale, ovvero gli acquirenti verranno aiutati per configurare e personalizzare il loro tablet.

Apple potrebbe ordinare componenti per 11 Miliardi di dollari da Samsung


Secondo un fornitore Apple in Corea del Sud, nonostante le azioni legali in corso, Apple potrebbe aumentare i suoi ordini di componenti da Samsung. Infatti secondo il Korea Times, gli ordini provenienti da Apple verso Samsung saranno in netto aumento rispetto al 2011, passando sa 7,8 miliardi di dollari fino a quasi 11 miliardi a seconda della domanda di componenti.

La chiave di questo aumento starebbe in due aspetti fondamentali: il processore per i nuovi iPad e la forte domanda di memorie flash per gran parte dei prodotti made in Cupertino. Oltre a questo vi sono rumors che vorrebbero un iPad minida 7,85″ sul mercato, insieme ad una nuova linea di MacBook Air con memoria SSD. Tutto questo potrebbe far letteralmente aumentare la domanda di componenti da parte di Apple.

Stando ad altre voci, Samsung dovrebbe essere il fornitore anche dello schermo del nuovo iPhone. Il gigante coreano infatti è uno dei pochi che riuscirebbe a soddisfare le esigenze di Apple in termini di tecnologia, prezzi vantaggiosi e flessibilità di sostituzione dei componenti difettosi in caso di emergenza.

L’unico ostacolo nel breve termine potrebbe essere la produzione di schermiOLED. Anche se Samsung presumibilmente avrebbe ingenti risorse da destinare alla produzione di tali schermi destinati agli iDevice, Apple rimane scettica sul fatto che l’azienda Coreana riesca a soddisfare le sue richieste. L’unica cosa certa è che nessuna delle due aziende ha rilasciato pubblicamente qualche dettaglio, forse per il clima di odio che aleggia ancora tra le due società.

Però, seppur mantenendo aperte le molte cause legali in corso, le due società si sono impegnate a mantenere stabili gli accordi di fornitura in corso. Per quanto Apple possa dipendere da Samsung, quest’ultima continua a ritenere Apple il suo più grande cliente e quindi sarebbe un duro colpo per le tasche dell’azienda coreana se la Apple decidesse di cambiare fornitore.

Pod2G: aiutiamoci a vicenda per velocizzare il rilascio del jailbreak untethered per iOS 5.1

Dopo aver intrapreso i primi lavori su iOS 5.1 per valutare la presenza di eventuali falle di sicurezza da sfruttare per i prossimi jailbreak, l’hacker Pod2G ha pubblicato un nuovo articolo sul suo blog ufficiale nel quale invoca aiuto da parte degli utenti di tutto il mondo al fine di realizzare in tempi brevi il jailbreak untethered del nuovo firmware per iPhone, iPod touch e iPad.

 

Pod2G ha pubblicato una vera e propria guida – che riportiamo di seguito in lingua originale – destinata a coloro che vorranno dare il proprio contributo nella realizzazione di un nuovo jailbreak untethered per il firmware 5.1.

How can I help the jailbreak community?

To jailbreak a device, hackers need a set of exploitable vulnerabilities:

– a code injection vector : a vulnerability in the core components of iOS that leads to custom, unsigned code execution.

– a privilege escalation vulnerability : it’s usually not enough to have unsigned code execution. Nearly all iOS applications and services are sandboxed, so one often need to escape from the jail to trigger the kernel exploit.

– a kernel vulnerability : the kernel is the real target of the jailbreak payload. The jailbreak has to patch it to remove the signed code enforcement. Only the kernel can patch the kernel, that’s why a code execution vulnerability in the context of the kernel is needed.

– an untethering vulnerability : when the device boots, it is unpatched, thus cannot run unsigned code. Thus, to start the jailbreak payload at boot time, a code execution vector either in the services bootstrap or in the loading of binaries is mandatory.

You can help if you can crash either a core application (Safari, Mail, etc…) or the kernel in a repeatable way. A kernel crash is easy to recognize as it reboots the device.

Important facts:

– Always test on the latest iOS version before reporting a crash (at the time of writing, iOS 5.1)

– Be sure to not report crashes to Apple : on your iOS device, go to Settings / General / About /Diagnostics & Usage, and verify that “Don’t Send” is checked.

– Not all crashes are interesting : aborts, timeouts or out of memory kind of crashes are useless. Verify the crash dump in Settings / General / About /Diagnostics & Usage / Diagnostic & Usage Data that the crash report you created is of Exception Type SIGILL, SIGBUS or SIGSEGV.

The crash should be repeatable, which means you should know what exact steps produced it and how to produce it on another device.

Tutti i bug e i crash reports potranno essere inviati a iOS.pod2g@gmail.com. Assicuratevi, ovviamente, di inviare report utili e che rispettino le indicazioni di Pod2G per accelerare il lavoro di ricerca per la realizzazione del jailbreak untethered di iOS 5.1.

iphone 5 rumors

L’iPhone 5 avrà tra i suoi principali obiettivi quello di vedere notevolmente migliorata l’autonomia della batteria, soprattutto rispetto all’iPhone 4S, che, in questo senso, ha fatto addirittura registrare un passo indietro rispetto al suo più immediato predecessore.

E’ questa la conclusione alla quale si può giungere facilmente in queste ore, considerando le prerogative che rendono unico il nuovo sistema operativo di Apple, iOS 5.1, che mira, appunto, a risolvere tutta una serie di bug che, nelle stesse condizioni di utilizzo dell’iPhone 5, dovrebbe garantire agli utenti un significativo aumento della durata della batteria. Insomma, il colosso di Cupertino pare aver definito la propria lista di priorità, mettendo in secondo piano un altro discorso delicato, vale a dire quello dell’evoluzione del display per il nuovo melafonino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: